05/10/2020

Omega 3 ... come e quando...

La scelta di assumere un integratore di omega 3 può essere utile in diverse circostanze.

Anzitutto gli omega 3 sono molecole essenziali e, pertanto, l'unica fonte di approvvigionamento per l'organismo è rappresentata dalla dieta.

Inoltre, questi grassi svolgono delle funzioni biologiche fondamentali per il mantenimento dello stato di salute.

Non dimentichiamo peraltro che questi nutrienti sono ancora più importanti per il feto, per il bambino, per la gravida, per la nutrice, probabilmente per l'anziano e di certo per chi soffre di patologie metaboliche e/o a base infiammatoria cronica.

Le funzioni degli integratori sono le stesse degli omega 3 alimentari. In breve, chi assume integratori di omega 3 ha l'obbiettivo di:

  • Aumentare la protezione sui vasi sanguigni dai fattori di rischio dell'aterosclerosi; ne traggono vantaggio soprattutto il cuore (tutelato dalle coronaropatie) e il cervello (teoricamente, meno soggetto a trombi ed emboli)
  • Garantire il corretto sviluppo embrionale;
  • Supportare la crescita del tessuto nervoso e oculare;
  • Aggiungere una tutela per il sistema nervoso centrale dalla degenerazione che avviene con la vecchiaia, con l'obbiettivo di mantenere la funzione cognitiva;
  • Supportare il sistema immunitario, forse proteggendo dalle malattie croniche infiammatorie (morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, asma, psoriasi ecc);
  • Aiutare a conservare una buona funzione visiva.

L'assenza di un adeguato apporto di questi elementi può portare a parecchi problemi come stanchezza cronica, problemi gastro-intestinali, problematiche alla pelle, alle unghie, formazione di acne e molte altre patologie che la scienza mette in correlazione alla scarsità (o cattiva proporzione) di omega nel nostro organismo.